hqdefaultDai liquidi versati, alle impronte di unto, dai segni di penna, alle macchie di cioccolato, sono tanti i severi test casalinghi ai quali viene sottoposto un divano. Per cancellare i danni, vi suggeriamo alcuni rimedi efficaci materiale per materiale…

Vediamo qui dunque come cancellare le diverse macchie a seconda delle varie tipologie di tessuti. Ma attenzione: non tutte le aziende produttrici si attengono alla medesima classificazione di riconoscimento: quindi, prima della pulizia, consultate sempre l’etichetta cucita al rivestimento, che indica quali istruzioni seguire.

Tessuti a base di poliestere:

• Superalcolici : pulite la macchia con schiuma di sapone neutro, quindi tamponate con un panno bianco imbevuto di alcol denaturato diluito in acqua al 15 per cento.
• Bibite e vino: tamponate sapone neutro e, per macchie molto resistenti, tamponate con
una goccia di alcol denaturato, bagnate con questa un panno pulito e con una soluzione di acqua e aceto tamponate la macchia al 50 per cento, poidivano-moderno-in-tessuto-anti-macchia lavate un panno imbevuto di ammoniaca
diluita in acqua al 10 per cento. •
Olio: rimuovete il liquido tamponando con schiuma di sapone neutro. con un panno, poi eliminate l’alone tenendovi a lungo del Talco. Dopo rimuovere la polvere con l’aspirapolvere.
• Caffè e tè: pulite ripetutamente con schiuma di Sapone neutro, dopodichè tentate eventualmente con la trielina provando prima su un lato non visibile del divano
• Birra: preparate una miscela di acqua tiepida (massimo 400 Cl e smacchiante a secco (con percloroetilene).

Tessuti Misti sintetici con cotone

• Liquori, bibite, vino, caffè, tè , birra: tamponate delicatamente la parte macchiata con un panno di cotone imbevuto di acqua . Assorbite il liquido in eccesso con carta assorbemaxresdefaultnte e asciugate iI tessuto con l’aiuto del getto tiepido di un asciugacapelli.
• Olio o grasso: tamponate delicatamente con un panno di cotone imbevuto di alcol etilico puro a 95°, senza sfregare. Riassorbite il liquido in eccesso con carta assorbente e asciugate con un asciugacapelli. Se la macchia resiste, ripetete l’operazione.

Tessuti di tipo tradizionale (come, per esempio, quelli classici in trama e ordito, i damascati o gli jacquard) non protetti in alcun modo con trattamenti idro-oleo repellenti).
Le macchie a base di acqua o di olio: vanno rimosse con uno smacchiatore a secco (in tutti i supermercati), avendo cura di provare prima la risposta del tessuto in un punto non visibile. In caso di rivestimento fisso si deve intervenire subito sul la macchia , tamponandola con un panno bianco morbido o con carta assorbente, prima di smacchiare.dettaglio-bracciolo-divano-letto-zeus-tino-mariani

Tessuti Idro-oleo repellenti

Difficilmente lo sporco penetra in questi rivestimenti, tutti sottoposti a trattamento idrorepellente che impedisce di intaccare le fibre del tessuto. Comunque vediamo lo stesso come comportarsi in caso di macchia.
• Liquori, bibite, vino, caffè, tè, birra: per tutte le macchie a base di acqua usate lo shampoo, oppure una soluzione di acqua con un pizzico di detersivo in polvere. Applicate il prodotto su un panno bianco pulito e strofinate piano la macchia, dal bordo esterno verso il centro. Sciacquate con acqua tiepida.
• Olio e grasso: si rimuovono con uno smacchiatore a secco. Applicate il prodotto su un panno non colorato e strofinate piano.

100616_bcf_liv-on_066Microfibre:

Per mantenere la bellezza del tessuto le macchie andrebbero deterse, con un panno morbido, bianco e inumidito, prima che si secchino e siano assorbite.
Dopo averle rimosse, è bene asciugare subito l’area trattata con l’asciugacapelli, dirigendo il getto d’aria tiepida prima verso l’esterno, poi verso l’interno.
• Superalcolici: pulite con schiuma di sapone neutro, quindi tamponate con un panno bianco imbevuto di alcol denaturato, diluito in acqua al 10 per cento. Per l’Alcantara®, sostituite l’alcol con succo di limone.
• Bibite, Birra e vino: seguite le istruzioni relative ai tessuti in Poliestere.
• Caffè e tè: come nella categoria Poliestere, ma per l’Alcantara®, sostituite l’ammoniaca con succo di limone.
• Olio: seguite i consigli relativi alla categoria Poliesteri ma non applicate il solvente direttamente sulla macchia e ricordate che ogni trattamento va prima testata su un piccolo lembo di microfibra non visibile.

Pelle:

Contro nemici quali disidratazione e invecchiamento precoce, il divano in pelle va nutrito ogni sei mesi con creme specifiche, tenuto lontano da fonti di calore, protetto dal l’esposizione diretta alla
luce del sole o di lampade potenti e spolverato periodicamente con un panno asciutto e morbido.
• Per le macchie di bibite, caffè, tè, latte, cioccolata, olio, cosmetici: rimuovete il liquido dalla superficie tamponando con un panno o conIMG_20130530_135838 carta assorbente . Quindi, utilizzando un altro panno pulito imbevuto di una soluzione di acqua e sapone neutro, strofinate con delicatezza dall’esterno verso l’interno della macchia, evitando di inzuppare la superficie della pelle. Asciugate subito .
• In caso di rivestimento in Nabuk o scamosciati: dopo aver pulito e asciugato la pelle, spazzolate o sfregate piano con carta abrasiva molto sottile la superficie, così da ricreare l’effetto “mano pesca “.

Sky , Vinil pelle, Pvc, Ecopelle, Cuoio rigenerato:

acqua e detersivo delicato sono sufficienti per detergere a fondo i diversi ti pi di pelle sintetica. Poi sciacquate con attenzione senza bagnare troppo, asciugate e completate infine la pulizia ripassando con un prodotto per spolverare i mobili.